01 cagliari 02 torino 03 biella 04 roma
4 biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora alessandro_lamarmora_1 alberto_lamarmora_1 carlo_em_lamarmora_1 alfonso_lamarmora_1






Home > News > Percorsi sabaudi tra la Reggia della Venaria e Palazzo La Marmora

English (United Kingdom)
la marmora famiglia
Rivista on-line

canale_youtube

Percorsi sabaudi tra la Reggia della Venaria e Palazzo La Marmora
Dopo un intenso anno di attività per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, culminate con la mostra “Quattro biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora”, il Centro Studi Generazioni e Luoghi - Archivi Alberti La Marmora apre il 2012 presentando un importante progetto di collaborazione con la Reggia di Venaria Reale, finalizzato alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico e della storia della famiglia La Marmora.  

In un momento di diffusa crisi e di scarsità di risorse nel campo dei beni culturali, è senza dubbio significativo che questi due enti abbiano voluto creare una sinergia: tra le due sedi infatti esistono legami storici che si è giudicato importante riscoprire e rendere noti.

logo percorsi
Per un polo di rilevanza nazionale come la Reggia di Venaria è l’occasione di esporre due dipinti preziosi per qualità pittorica e provenienza storica, per il giovane ente biellese l’occasione di ottenere il restauro dei due dipinti e far conoscere la propria attività di conservazione di un rilevante corpus archivistico e di una non comune collezione di dipinti.

La Venaria Reale, luogo di magnificenza barocca e simbolo della passione venatoria di casa Savoia, intreccia la sua storia ottocentesca con vicende che appartengono alla famiglia La Marmora. Quanti sanno, ad esempio, che il generale Alfonso La Marmora visse alla Venaria ben sedici anni? La sinergia tra Palazzo La Marmora e la Venaria Reale nasce pertanto sotto le insegne dei Savoia per ritrovare, valorizzare, divulgare i legami storici esistenti tra questi due luoghi della geografia sabauda.

Percorsi sabaudi tra la Reggia della Venaria e Palazzo La Marmora è il titolo di questa operazione che, come un filo invisibile, si porrà l’obiettivo di riunire e riportare alla luce quei legami che, dalla fine del XV secolo, sono intercorsi tra i Savoia e la famiglia La Marmora.

restauro_dopo

L’arte sarà il primo filo conduttore di questa collaborazione, formalizzata con la sottoscrizione di una convenzione tra le due istituzioni. Due, delle tre grandi tele di Palazzo La Marmora, con i ritratti equestri di Vittorio Amedeo II e del Principe Eugenio verranno cedute temporaneamente in prestito ed esposte presso la Reggia.

I due dipinti sono stati restaurati a spese della Reggia presso il Centro di Restauro di Venaria. Il terzo, raffigurante Carlo Emanuele III, rimasto ancora presso Palazzo La Marmora, necessita urgentemente di un intervento di restauro che, si spera, possa trovare presto una sponsorizzazione. Le tele, di eccezionale qualità pittorica, rimaste per decenni visibili soltanto a pochi, collocati sullo scalone d’ingresso di Palazzo La Marmora a Biella, ora restaurati, potranno, dunque, essere ammirate dal grande pubblico nella straordinaria cornice della Reggia di Venaria.

Il grande ritratto del Principe Eugenio, comandante militare di livello europeo ma anche raffinato collezionista, sarà inserito nella mostra che Venaria Reale dedica a questo personaggio meno conosciuto della dinastia Savoia, dal titolo I quadri del Re. Una quadreria alla Reggia: le raccolte del Principe Eugenio che si inaugurerà il 5 aprile e resterà aperta fino al 9 settembre.

 

Per il ritratto di Vittorio Amedeo II è invece in corso di definizione un progetto più ampio che, come inizio, prevede l’inserimento del dipinto nel percorso di visita ordinario della Reggia di Venaria, Teatro di Storia e Magnificenza, che inaugurerà, rinnovato, il prossimo 16 marzo.

I ritratti equestri fanno parte della ricca collezione d’arte conservata presso Palazzo La Marmora, costituitasi a partire dal XV secolo e, oggi, testimone dell’importante storia di questa famiglia. Il legame con la dinastia sabauda è inoltre testimoniato dalla presenza di una raccolta di trentacinque ritratti di personaggi di casa Savoia, a conferma del profondo e antico legame che accompagnò nel tempo le due dinastie.

Il logo del progetto

Il logo realizzato per contraddistinguere il progetto riunisce più elementi: il rombo, che contraddistingue la Reggia e l’ottagono, uno dei simboli di Palazzo La Marmora, sono sintetizzati nel logo centrale, mentre agli estremi della composizione sono collocate le figure equestri di Eugenio di Savoia e Vittorio Amedeo II.


Files scaricabili
Scarica questo file (Com.LabRestauro.pdf)Comunicato Stampa[ ]286 Kb
Scarica questo file (Comunicato_Venaria_def.doc)Comunicato Venaria[ ]503 Kb
 

Questo sito utilizza Cookie per erogare i propri servizi. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo.

Per informazioni si prega di consultare la nostra COOKIE POLICY

 

Copyright © 2019 Generazioni e Luoghi - Archivi Alberti La Marmora. Tutti i diritti riservati.