01 cagliari 02 torino 03 biella 04 roma
4 biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora alessandro_lamarmora_1 alberto_lamarmora_1 carlo_em_lamarmora_1 alfonso_lamarmora_1






Home > News > Quintino Sella e Alberto La Marmora: due scienziati per immaginare l'Italia

English (United Kingdom)
la marmora famiglia
Rivista on-line

canale_youtube

Quintino Sella e Alberto La Marmora: due scienziati per immaginare l'Italia

Parla anche biellese la mostra “Immaginare la nazione. Saperi e rappresentazioni del territorio a Torino, 1848-1911”, che sarà inaugurata venerdì 19 dicembre, alle ore 17, presso la prestigiosa sede del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino, e che resterà aperta sino al 29 marzo 2015. La mostra, curata da un gruppo di ricerca del Dipartimento di Studi storici dell’Università di Torino guidato da Paola Sereno, e realizzata grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, intende illustrare in cinque sezioni il ruolo giocato da intellettuali, scienziati e politici, tra Ottocento e primo Novecento, nel processo di costruzione e diffusione della conoscenza dell’Italia, e il contributo dato all’elaborazione dell’immagine e del fondamento territoriale della nazione. Nella terza sezione uno dei curatori, Silvia Cavicchioli, ha inteso valorizzare le figure di Quintino Sella e Alberto La Marmora, attraverso i prestiti generosamente concessi da tre istituzioni biellesi (Biblioteca Civica, Fondazione Sella, Centro Studi Generazioni e Luoghi-Archivi Alberti La Marmora), che vanno ad aggiungersi ai circa 160 pezzi esposti, gran parte dei quali illustrati in un catalogo di accompagnamento alla visita.

 

Dalle collezioni di Palazzo La Marmora arrivano alcune delle prime carte della Sardegna, realizzate pionieristicamente dall’esploratore Alberto La Marmora, insieme ad alcuni suoi oggetti personali, tra cui uno dei diari manoscritti. Dalla Biblioteca Civica, alla cui nascita Quintino Sella diede un contributo determinante, proviene una cartella appartenuta al ministro delle Finanze e una foto di Vittorio Besso raffigurante i partecipanti al Congresso della Società italiana di Scienze naturali, organizzato a Biella dallo stesso Sella nel settembre 1864. La Fondazione Sella ha concesso alcuni pezzi eccezionali, oggetti usati da Quintino in veste di scienziato di fama europea: la bussola da geologo, il barometro, il goniometro e un astuccio con gli strumenti per lo studio delle rocce. 

 

 

Questo sito utilizza Cookie per erogare i propri servizi. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo.

Per informazioni si prega di consultare la nostra COOKIE POLICY

 

Copyright © 2017 Generazioni e Luoghi - Archivi Alberti La Marmora. Tutti i diritti riservati.