01 cagliari 02 torino 03 biella 04 roma
4 biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora alessandro_lamarmora_1 alberto_lamarmora_1 carlo_em_lamarmora_1 alfonso_lamarmora_1






Home > News

English (United Kingdom)
la marmora famiglia
Rivista on-line

canale_youtube



Si è conclusa la mostra La Marmora, lasciano Biella i cimeli dei generali
Tra questi lo stendardo dei Corazzieri, donato dalla famiglia alla Città di Biella nel 1982

Si è conclusa dopo tre mesi di apertura la grande mostra “Quattro biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora” che, da ottobre, è stata allestita tra Palazzo La Marmora, Palazzo Ferrero, la sede di Biverbanca e che ha portato alla collocazione di un’installazione permanente nella basilica di San Sebastiano.

Tra il materiale esposto al pubblico, vi sono stati tre importanti cimeli prestati dai reggimenti dell’Esercito italiano legati alla memoria dei generali: Carlo Emanuele che fu primo comandante della Guardie del Corpo del Re, oggi reggimento dei Corazzieri, Alessandro che fu fondatore dei Bersaglieri, Alfonso, fondatore delle Batterie a cavallo. Tra questi tre cimeli è significativa la storia dello stendardo delle Guardie del Corpo del Re del 1832 che fu donato da Francesco Alberti La Marmora nel 1982 all’allora sindaco di Biella, Luigi Squillario il quale lo consegnò poi al corpo dei Corazzieri al Quirinale a Roma. Da qui dopo 29 anni, grazie all’interessamento personale del sindaco Dino Gentile, il prezioso cimelio è potuto tornare a Biella, insieme alla carabina di Alessandro e alla feluca di Alfonso provenienti dal Museo dei Bersaglieri di Roma e dal Corpo delle Voloire di Milano.

Questa particolare concatenazione di avvenimenti è ricordata dalla fotografia che è stata scattata nei giorni scorsi prima che i tre cimeli partissero da Biella.

Nell’immagine di Paola Rosetta ci sono Dino Gentile, attuale Sindaco di Biella, Luigi Squillario, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e Sindaco nel 1982, Francesco Alberti La Marmora, presidente di Generazioni e Luoghi, Giuliano Lusiani, presidente della sezione biellese della Associazione Bersaglieri e Valentino Moda, Commissario della Polizia locale di Biella, che fu presente alla donazione del 1982 di cui si allega un’immagine.

[continua...]
 
Dal restauro alla grafica, un grazie ai collaboratori della mostra
Martedì 24 Gennaio 2012 10:00

Nella foto di Paola Rosetta i partecipanti all’incontro con Francesco Alberti La Marmora nella serra di Palazzo La MarmoraÈ rimasta ancora aperta nel fine settimana del 28 e 29 gennaio (dalle 15.00 alle 18.30 a Palazzo La Marmora) la grande mostra “Quattro biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora” che è promossa dal Centro Studi Generazioni e Luoghi Archivi Alberti La Marmora, dall’Archivio di Stato di Biella e sostenuta dal Comune di Biella.

Entrambi questi enti si dedicano alla conservazione di documenti e beni storico-artistici, un’attività che si avvale del contributo di restauratori e artigiani il cui lavoro spesso rimane sconosciuto al pubblico.

[continua...]
 
Una Famiglia nel Risorgimento: i La Marmora dal Piemonte all’Italia
cavicchioliÉ stato presentato a dicembre il nuovo libro della collana Arti Figurative dedicato ai La Marmora e curato da Silvia Cavicchioli. Il volume consiste in una raccolta di saggi ed è edito da E20Progetti. 

Questa pubblicazione nasce in linea di continuità con un progetto espositivo dedicato alle figure dei quattro generali La Marmora, e concepito per approfondirne e narrarne il profilo militare ma anche, e soprattutto, restituirne la dimensione umana. Un itinerario partito da Cagliari nel Giugno del 2010 con allestimento presso il Centro Culturale il Ghetto e incentrato principalmente sulla figura di Alberto La Marmora – militare, scienziato, geografo, senatore, scrittore ma soprattutto “esploratore innamorato” – e sulle sue avventure scientifiche, le scoperte, gli scavi archeologici ed in particolare il suo Itinerarie de l’Ile de Sardaigne.

[continua...]
 
Quattro Biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora
A Biella dal 22 ottobre al 31 gennaio 2012
Un racconto in quattro tappe
Nell’occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Biella ha promosso un ricco ciclo di eventi sotto il logo “Biellesi Tessitori di Unità”, alla conclusione del quale si colloca la mostra dedicata alla vita e alla carriera militare dei fratelli La Marmora.
Tra la nascita di Carlo Emanuele, nel 1788, e l’anno delle morte di Alfonso, nel 1878, i quattro fratelli La Marmora furono protagonisti di una straordinaria “storia nella Storia”. Questi novant’anni racchiudono, infatti, la fine dell’Ancien Régime e l’inizio dell’Italia moderna, passando attraverso l’epopea napoleonica, la Restaurazione, i moti insurrezionali del 1821, le tre Guerre d’Indipendenza, la spedizione in Crimea, l’Unità d’Italia, Roma capitale e molti altri avvenimenti che cambiarono il volto dell’Europa per sempre. La mostra si svolge in quattro sedi a San Sebastiano, Palazzo La Marmora, Palazzo Ferrero e sede presidenza Biverbanca in via Carso 15.

Files scaricabili
Scarica questo file (cs_mostra_La_Marmora_161011.pdf)cs_mostra_La_Marmora_161011.pdf[Comunicato stampa]505 Kb
Scarica questo file (infomostralamarmorabiella.jpg)infomostralamarmorabiella.jpg[Pieghevole]909 Kb
[continua...]
 
Lettera aperta al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano
Il 6 ottobre in occasione della visita a Biella del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano Francesco Alberti La Marmora, presidente del Centro Studi Generazioni e Luoghi, ha incontrato il capo dello Stato durante la cerimonia di ricevimento a Palazzo Oropa e gli ha consegnato una lettera aperta insieme a una copia del saggio di Silvia Cavicchioli sulla famiglia La Marmora edito da Carocci.
 Napolitano_La MarmoraLa lettera  affronta temi legati alla ricorrenze del 150° della Unità d’Italia:
- nel fare riferimento al contributo dato al Risorgimento dai quattro fratelli La Marmora;
- nel ricordare come la famiglia La Marmora abbia dato importanti contributi alle celebrazioni del 1911 e del 1961, e in questa del 2011;
- e infine nel ricordare come il patrimonio di cultura e memoria di diverse epoche e differenti regioni italiane, custodito a Palazzo La Marmora, esemplifichi la multiforme identità italiana.  
Centrale nella lettera è poi il riferimento al primo stendardo del Corpo delle  Guardie del Corpo del Re del 1832, appartenuto al generale Carlo Emanuele La Marmora, che nel 1982 venne donato dal pronipote Francesco Alberti La Marmora  alla Città di Biella e da questa prestato al Reggimento dei Corazzieri  presso il Quirinale.
Grazie alla diretta iniziativa del Sindaco di Biella Dino Gentile, lo stendardo è tornato da Roma a Biella e sarà esposto nella mostra “Quattro biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora” che è promossa dal Comune di Biella e che è dedicata alla vita e alla carriera dei quattro fratelli generali Carlo Emanuele, Alberto, Alessandro ed Alfonso.
 
Alberto La Marmora geografo e scienziato
Torino 18 giugno - 18 settembre 2011

Dal 18 giugno al 18 settembre si è svolta presso il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino la mostra “Alberto La Marmora geografo e scienziato. Quattro fratelli generali per l’Unità d’Italia”.


Files scaricabili
Scarica questo file (Comunicato_mostra_La_Marmora.doc)Comunicato Stampa[ ]431 Kb
[continua...]
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 5

Questo sito utilizza Cookie per erogare i propri servizi. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo.

Per informazioni si prega di consultare la nostra COOKIE POLICY

 

Copyright © 2017 Generazioni e Luoghi - Archivi Alberti La Marmora. Tutti i diritti riservati.