01 cagliari 02 torino 03 biella 04 roma
4 biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora alessandro_lamarmora_1 alberto_lamarmora_1 carlo_em_lamarmora_1 alfonso_lamarmora_1






Home > News

English (United Kingdom)
la marmora famiglia
Rivista on-line

canale_youtube



Si è chiusa con 120.000 visitatori la mostra romana

Si è chiusa il 2 dicembre 2012 con circa 120.000 visitatori la grande mostra sui La Marmora che, dal 6 settembre, è stata ospitata al complesso del Vittoriano a Roma.

Tantissimi sono stati anche i commenti raccolti nel libro delle firme, lasciato alla fine del percorso espositivo, a documentare un interesse verso la grande Storia italiana da parte di persone provenienti da ogni angolo del mondo: dalla Russia alla Cina, dall’Australia agli Stati Uniti e all’Europa.

La mostra ha chiuso un percorso di restituzione alla memoria nazionale del periodo storico che va dalla fine dell’Ancien Régime all’inizio dell’Italia moderna, raccontato dai curatori seguendo il filo narrativo delle biografie dei quattro generali. Le tappe in quattro città italiane: Cagliari 2009 – Torino 2010 – Biella 2011 – Roma 2012.

[continua...]
 
Mostra sui La Marmora a Roma: apertura fino al 2 dicembre

Allestimento al Vittoriano

Oltre 70.000 visitatori in 7settimane: la mostra sui La Marmora sta raccogliendo un significativo successo, come dimostrano i commenti degli ospiti provenienti da tutto il mondo.

Sfogliando il libro firme, lasciato alla fine del percorso espositivo, il dato che emerge è eloquente: se gli italiani riconoscono la propria storia, gli stranieri (che sono la maggioranza) ne sentono il fascino.

La provenienza dei visitatori abbraccia tutto il planisfero: Russia, Cina, Australia, Giappone, Stati Uniti, ma anche Sud-America, Medio-Oriente e naturalmente Europa.

Quali sono i commenti? Eccone alcuni:

Fieri di camminare in mezzo alla storia del nostro paese (Italia )

Incredibile che sia gratis! È uno dei musei di Roma più belli. (J.V. Perù)

E’ bello vedere ance le donne del Risorgimento (Italia)

Sublime, qui ho amato di più l’Italia (Italia)

Grazie per queste memorie, le custodiremo per sempre (M. e L. Gran Bretagna)

Roma la città più bella del mondo, grazie di aver restaurato e conservato tutto questo patrimonio. (Nuova Caledonia)

È un piacere venire in questi luoghi a visitare le cose che hanno fatto la nostra storia (Italia)

La storia è importante per il futuro. (Mohamehed N.A. Libano)

Emozionati a ripercorrere la storia del nostro amato paese che ancora ci riempi il cuore di orgoglio (Itali )

Noi amiamo l’Italia (Italia)

Caro Giulio quando starai meglio papà ti promette che ti porterà a vedere questo pezzo di storia d’Italia (Italia)

Bellissima Biella, terra dei Generali La Marmora (Italia)

La mostra ripercorre il periodo storico che va dalla fine dell’Ancien Régime all’inizio dell’Italia moderna, passando attraverso l’epopea napoleonica, la Restaurazione, i moti insurrezionali del 1821, le tre Guerre d’Indipendenza, la spedizione in Crimea, l’Unità d’Italia, Roma capitale e molti altri avvenimenti che cambiarono per sempre il volto dell’Europa.

[continua...]
 
Torre dei Masserano: conclusi i lavori di messa in sicurezza

I rocciatori in azione sulla torre dei MasseranoLunedì 8 ottobre si sono conclusi, con uno spettacolare intervento di rocciatori, i lavori per la messa in sicurezza a breve della Torre dei  Masserano, diretti dall’ingegner Lorenzo Jurina. L’intervento era iniziato il 18 settembre dopo che nell’estate, il 9 luglio, i comproprietari pro quota della Torre di Masserano, la famiglia La Marmora e il Comune di Biella, avevano affidato all’ingegner Lorenzo Jurina, professore al Politecnico di  Milano e noto per importanti interventi di consolidamento di beni culturali di  grande rilevanza storico-artistica, l’incarico per la stesura sia del progetto  di messa in sicurezza a breve della quattrocentesca Torre dei Masserano, sia  del progetto per il consolidamento definitivo.  
Secondo le decisioni prese in questi mesi dai proprietari, con il Dipartimento di Tecnologia Strutturale del Politecnico di Milano (che dal 2006 conduce la diagnostica strutturale sulla Torre) e con il professor  ingegner Lorenzo Jurina, gli interventi si succederanno in tre fasi:

1. messa in sicurezza provvisoria, 18 settembre - 8 ottobre 2012  
2. consolidamento definitivo: si arriverà a questo intervento dopo l’elaborazione del progetto esecutivo da parte  dell’ingegner Jurina, l’approvazione del progetto della Soprintendenza ai Beni  Architettonici e Paesaggistici del Piemonte e della Valle d’Aosta, il  reperimento delle risorse economiche da parte delle proprietà.
3. restauro conservativo: questo intervento dovrà avvenire a valle del consolidamento definitivo e anche per  questo le tappe che lo renderanno possibile sono le stesse del punto  precedente (elaborazione progetto, approvazione e reperimento dei  fondi).

Contestualmente alla conclusione dei lavori si sono avviate le procedure di collaudo che richiederanno qualche giorno e che porteranno alla emissione del certificato di ripristino della stabilità del manufatto, documento indispensabile per concludere formalmente la criticità affrontata.

[continua...]
 
Inaugurata a Roma la mostra “Una famiglia nel Risorgimento: i La Marmora dal Piemonte all’Italia”

Ha avuto luogo il 6 settembre, alla presenza di un folto pubblico e di numerose autorità militari e civili, la cerimonia di inaugurazione della mostra “Una famiglia nel Risorgimento: i La Marmora dal Piemonte all’Italia”.

Il percorso espositivo in dieci tappe è ospitato presso il Sacrario delle Bandiere del Vittoriano e sarà aperta al pubblico fino al 28 ottobre. Si tratta della tappa finale di un percorso iniziato nel 2009 con una mostra a Cagliari dedicata ad Alberto La Marmora, quello tra i quattro fratelli generali che è conosciuto soprattutto per i suoi meriti scientifici. Dalla Sardegna, il progetto di valorizzazione delle figure dei quattro fratelli generali ha fatto tappa a Torino, al Museo di Scienze Naturali nel 2010 e quindi a Biella, nell’anno del 150° dell’Unità d’Italia, con una grande esposizione dall’ottobre 2011 al gennaio 2012 che viene ora riproposta con alcune importanti novità in questa edizione romana.
inaugurazione 

La cerimonia di inaugurazione si è svolta in due momenti. Alle 17 il sindaco di Biella, Dino Gentile, dopo aver pronunciato un breve discorso ha tagliato il nastro unitamente al Capo di Stato Maggiore, generale Biagio Abrate, da Francesco Alberti La Marmora per il Centro Studi Generazioni&Luoghi e da Fabrizio Lava di E20eProgetti. Successivamente, Francesco Alberti La Marmora ha guidato il sindaco e le autorità in una visita della mostra, effettuando brevi commenti in ciascuna delle dieci sezioni. Al termine della visita, le autorità hanno lasciato il loro messaggio augurale nel libro d’onore, quindi verso le 18 la cerimonia è entrata nella sua seconda fase con i discorsi dei quattro oratori.

[continua...]
 
Mostra sui fratelli La Marmora all'Altare della Patria a Roma

Da Cagliari in Sardegna, a Torino e Biella in Piemonte fino a Roma, capitale dell’Italia unita. Un viaggio in quattro tappe nei luoghi simbolo del Risorgimento quello compiuto dalla grande mostra sui fratelli generali e sulla famiglia La Marmora che, tra settembre e ottobre 2012, sarà ospitata nel Sacrario delle Bandiere nel complesso del Vittoriano (Altare della Patria) a Roma, a pochi metri dal Museo del Risorgimento e dalla tomba del Milite Ignoto.

VittorianoLa mostra dal titolo "Quattro fratelli nel Risorgimento: i La Marmora dal Piemonte all'Italia" è promossa dall’Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa e dal Comune di Biella, curata dal Centro Studi Generazioni e Luoghi Archivi Alberti La Marmora di Biella con la collaborazione dell’Archivio di Stato di Biella, e organizzata dall’Associazione Stilelibero, con la collaborazione operativa dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa. Inaugurazione prevista per giovedì 6 settembre alle 17. 


Files scaricabili
Scarica questo file (mostra_roma.pdf)Pieghevole[ ]1097 Kb
[continua...]
 
La Torre dei Masserano: 2006 – 2012, dalla diagnosi alla cura

Lettera aperta di Francesco Alberti La Marmora sul tema della Torre dei Masserano:
"Nel 1912 il Sindaco di Biella Corradino Sella acquistò dalla mia bisnonna, Maria Luisa Ferrero della Marmora, Palazzo Ferrero: certo non potevamo immaginare quali complessi problemi cent’anni più tardi il Sindaco Dino Gentile e io avremmo dovuto affrontare!

La Torre dei Masserano, su incarico del Comune di Biella e del sottoscritto, in quanto comproprietari, è sotto monitoraggio dal 2007; monitoraggio diretto dalla professoressa Luigia Binda e dalla sua squadra del Dipartimento di Ingegneria Strutturale del Politecnico di Milano (vedi cronologia allegata).

Il Dipartimento ha comunicato il 5 giugno 2012 che i dati emersi dalle ultime letture del 24 maggio scorso non segnalano variazioni di comportamento dovute al sisma emiliano.


Files scaricabili
Scarica questo file (Cronologia_degli_interventi_di_monitoraggio_e_nota_storica_sulla_torre_di_Masser)Cronologia[Cronologia degli interventi di monitoraggio e nota storica sulla torre di Masserano]59 Kb
[continua...]
 
Dipinti e cimeli La Marmora a Roma nel 151° di fondazione dell’Esercito Italiano

Una piccola collezione di quadri e cimeli dei fratelli generali La Marmora, conservata dal Centro Studi Generazioni e Luoghi di Biella, sarà esposta il 4 maggio a Tor di Quinto (Roma) in occasione della solenne cerimonia per il 151° di fondazione dell’Esercito Italiano che si terrà alla presenza del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

Questa importante tappa, che chiude idealmente la commemorazione dei generali La Marmora avvenuta in occasione del 150° di Unità d’Italia, è nata in seguito alla visita del presidente della Repubblica a Biella il 6 ottobre 2011 e grazie alla collaborazione con la Città di Biella per la grande mostra “Quattro biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora” che si è svolta dal 22 ottobre 2011 al 31 gennaio 2012.

E’ proprio grazie all’interessamento al sindaco di Biella, Dino Gentile, che si è potuta realizzare questa partecipazione biellese alla cerimonia di Tor di Quinto. L’esposizione di quadri e cimeli sarà allestita a curata dall’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito.

 Alla cerimonia la Città di Biella sarà rappresentata dal sindaco, Gentile, mentre per Generazioni e Luoghi saranno presenti il presidente Francesco Alberti La Marmora, il direttore Silvia Cavicchioli, i soci fondatori Giorgio Mori Ubaldini e Caterina Sella.

 
Il 7 maggio al Circolo dei Lettori di Torino il libro sui La Marmora
Lunedì 7 maggio alle 18, presso il Circolo dei Lettori di Torino (via Bogino 9), si terrà la presentazione del libro "Una famiglia nel Risorgimento. I La Marmora dal Piemonte all'Italia". Il volume sarà presentato da Umberto Levra, docente di Storia del Risorgimento e presidente del Museo del Risorgimento di Torino e da Marco Carassi, direttore dell'Archivio di Stato di Torino. 
InvitoCircoloLettori

Il libro è una raccolta di saggi curata da Silvia Cavicchioli e pubblicata da Eventi&Porgetti Editore nell’ambito della collana Arti Figurative a Biella e a Vercelli nata nel 2003 grazie alla sensibilità e al sostegno di Biverbanca.

Oltre ai testi, il volume accoglie una pregiata selezione di immagini che si riferiscono alla grande mostra “Quattro biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora” che si è svolta a Biella dall’ottobre 2011 al gennaio 2012 per iniziativa del Centro Studi Generazioni e Luoghi Archivi Alberti La Marmora, dell’Archivio di Stato di Biella e dell’Associazione Stilelibero con il patrocinio del Comune di Biella.

[continua...]
 
Percorsi sabaudi tra la Reggia della Venaria e Palazzo La Marmora
Dopo un intenso anno di attività per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, culminate con la mostra “Quattro biellesi nel Risorgimento: i fratelli La Marmora”, il Centro Studi Generazioni e Luoghi - Archivi Alberti La Marmora apre il 2012 presentando un importante progetto di collaborazione con la Reggia di Venaria Reale, finalizzato alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico e della storia della famiglia La Marmora.  

In un momento di diffusa crisi e di scarsità di risorse nel campo dei beni culturali, è senza dubbio significativo che questi due enti abbiano voluto creare una sinergia: tra le due sedi infatti esistono legami storici che si è giudicato importante riscoprire e rendere noti.

logo percorsi
Per un polo di rilevanza nazionale come la Reggia di Venaria è l’occasione di esporre due dipinti preziosi per qualità pittorica e provenienza storica, per il giovane ente biellese l’occasione di ottenere il restauro dei due dipinti e far conoscere la propria attività di conservazione di un rilevante corpus archivistico e di una non comune collezione di dipinti.

La Venaria Reale, luogo di magnificenza barocca e simbolo della passione venatoria di casa Savoia, intreccia la sua storia ottocentesca con vicende che appartengono alla famiglia La Marmora. Quanti sanno, ad esempio, che il generale Alfonso La Marmora visse alla Venaria ben sedici anni? La sinergia tra Palazzo La Marmora e la Venaria Reale nasce pertanto sotto le insegne dei Savoia per ritrovare, valorizzare, divulgare i legami storici esistenti tra questi due luoghi della geografia sabauda.

Percorsi sabaudi tra la Reggia della Venaria e Palazzo La Marmora è il titolo di questa operazione che, come un filo invisibile, si porrà l’obiettivo di riunire e riportare alla luce quei legami che, dalla fine del XV secolo, sono intercorsi tra i Savoia e la famiglia La Marmora.

restauro_dopo

L’arte sarà il primo filo conduttore di questa collaborazione, formalizzata con la sottoscrizione di una convenzione tra le due istituzioni. Due, delle tre grandi tele di Palazzo La Marmora, con i ritratti equestri di Vittorio Amedeo II e del Principe Eugenio verranno cedute temporaneamente in prestito ed esposte presso la Reggia.

I due dipinti sono stati restaurati a spese della Reggia presso il Centro di Restauro di Venaria. Il terzo, raffigurante Carlo Emanuele III, rimasto ancora presso Palazzo La Marmora, necessita urgentemente di un intervento di restauro che, si spera, possa trovare presto una sponsorizzazione. Le tele, di eccezionale qualità pittorica, rimaste per decenni visibili soltanto a pochi, collocati sullo scalone d’ingresso di Palazzo La Marmora a Biella, ora restaurati, potranno, dunque, essere ammirate dal grande pubblico nella straordinaria cornice della Reggia di Venaria.

Il grande ritratto del Principe Eugenio, comandante militare di livello europeo ma anche raffinato collezionista, sarà inserito nella mostra che Venaria Reale dedica a questo personaggio meno conosciuto della dinastia Savoia, dal titolo I quadri del Re. Una quadreria alla Reggia: le raccolte del Principe Eugenio che si inaugurerà il 5 aprile e resterà aperta fino al 9 settembre.


Files scaricabili
Scarica questo file (Com.LabRestauro.pdf)Comunicato Stampa[ ]286 Kb
Scarica questo file (Comunicato_Venaria_def.doc)Comunicato Venaria[ ]503 Kb
[continua...]
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 5

Questo sito utilizza Cookie per erogare i propri servizi. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo.

Per informazioni si prega di consultare la nostra COOKIE POLICY

 

Copyright © 2017 Generazioni e Luoghi - Archivi Alberti La Marmora. Tutti i diritti riservati.